Automotive Learning by Doing – progetti Formula/Moto Student

Dal 2003 è attivo presso il nostro Ateneo il progetto Formula Student, affiancato nel 2016 dal progetto Moto Student; dall’anno accademico 2018/2019 l’offerta si è ulteriormente ampliata con la nascita di due ulteriori progetti. Ad oggi l’offerta formativa prevede quattro progetti con caratteristiche distinte e capaci di abbracciare un’ampia rosa di esperienze formative: 

  1. Formula Student Combustion – responsabile Prof. Enrico Mattarelli
  2. Formula Student Hybid – responsabile Prof. Matteo Giacopini
  3. Formula Student Driverless – responsabile Prof. Alberto Vergnano
  4. Moto Student – responsabile Prof. Carlo Alberto Rinaldini

Caratteristica comune a tutti i progetti è l’organizzazione di team attraverso una struttura di tipo aziendale, in cui avviene una suddivisione di ruoli in base a competenze ed obiettivi.

All’interno del team sono presenti studenti provenienti da differenti Dipartimenti e Corsi di Laurea organizzati in opportune Divisioni; aspetto fondamentale di questi progetti è infatti permettere a studenti provenienti da corsi di Laurea differenti, che quindi hanno diversi approcci alla gestione e al problem solving, di incontrarsi e interagire. 

Per la buona riuscita del progetto è necessaria la collaborazione delle diverse aree e e sviluppare quindi la capacità di lavorare in gruppo.

Per gli studenti del DIEF che partecipano sono previste diverse possibilità di riconoscimento cfu:

  • riconoscimento di 6 cfu come esame a scelta sotto il nome di “Automotive Learning by Doing 1”;
  • riconoscimento di ulteriori 6 cfu come esame a scelta sotto il nome di “Automotive Learning by Doing 2” previsto solo per gli studenti delle lauree magistrali che ricoprono il ruolo di Division Leader o Team Leader; 
  • gli studenti possono chiedere di sviluppare ulteriormente un particolare argomento che possa confluire nella tesi magistrale o nell’elaborato triennale e quindi svolgere anche l’attività progettuale su tale progetto.

Sono previsti appositi moduli per chiedere il riconoscimento di tali attività, da richiedere ai docenti referenti.

Link utili: